IntervistePrimo Piano

Le interviste – Mister Marino: “Bene la predisposizione a giocare, ma guai a rilassarci”

Al termine dell’esordio stagionale in Coppa, ha parlato l’allenatore aquilotto Pasquale Marino.

Se l’aspettava così la prima al Picco?
Abbiamo sempre fatto la partita. Quando abbiamo fatto gol però ci siamo rilassati, abbiamo smesso di giocare anche dopo il 2-1 e ci siamo abbassati. Non eravamo molto lucidi, è vero, però avremo potuto provare a chiudere la gara. È normale comunque in questo periodo, abbiamo giocato 90 minuti cercando di velocizzare il più possibile, dal punto di vista fisico non siamo ancora al top“.

Nella manovra del gioco si cerca di portare poco palla, e giocare se possibile di prima, è così?
Si è così, ma ancora non siamo al massimo, dobbiamo alzare i ritmi, ma è normale che al momento sia così, abbiamo lavorato molto in solo 25 giorni e la condizione è ancora precaria“.

Cosa le è piaciuto di più?
La pazienza e la voglia sempre di giocare. Insistere fino a quando si trovano spazi. Qualche errore nel palleggio c’è stato, come anche qualche errore nello smarcamento. E’ comunque una squadra che ha la predisposizione al gioco. Anche l’ultimo arrivato Ricci ha geometrie importanti come anche De Francesco“.

Ho visto che ha invertito i due esterni a partita in corso:
Si entrambi prediligono giocare col destro a piede invertito. Gyasi si adatta meglio anche alla fascia destra. Abbiamo diverse possibili soluzioni“.

Forse meglio la corsia destra questa sera?
Si è così, si è sviluppato più sulla corsia di destra. E’ mancata un po’ di lucidità nell’ultimo passaggio, ancora c’è da lavorare. Considerando che Pierini ha saltato buona parte della preparazione sono contento del rendimento del giocatore“.

C’è qualcos’altro che non ha convinto?
Sicuramente vorrei vedere accelerare di più la manovra, è una partita che comunque ci è servita per mettere benzina nelle gambe. Mi sarebbe dispiaciuto dopo aver giocato solo noi non riuscire a portare a casa il match. Bisogna comunque migliorare nella gestione dopo il vantaggio“.

Ora una occasione importante contro una squadra di Serie A:
Si il livello sarà certamente superiore, come contro l’Empoli, affronteremo una squadra che si è salvata in Serie A, abbiamo una settimana piena di lavoro per migliorare alcuni meccanismi e soprattutto il livello di preparazione atletica. Ora dobbiamo iniziare a sveltire un po’ i tempi perché tra 15 giorni dovrebbe iniziare il campionato“.

L’impatto col Picco come è stato?
Bello perché fin dai primi giorni ho percepito che la gente ha apprezzato il mio arrivo, anche questa sera lo hanno dimostrato, aumentano dunque le aspettative, ce la metterò tutta per ripagarle“.

Il Picco un po’ più stretto della media, può influire?
Adesso lo faremo allargare. No, scherzi a parte non credo possa influire più di tanto, ma vorrà dire che giocheremo meglio in trasferta“.

Foto
SpeziaCalcioNews
Tags

Leonardo Stefanelli

Nato a La Spezia e Diplomato al Liceo Classico Lorenzo Costa, sta frequentando la facoltà di Lettere Moderne presso l'Università di Genova. Calciatore dilettante nella Forza e Coraggio, dal 2017 collabora come redattore di SpeziaCalcioNews.

Articoli Correlati

Commenta

Close