CalciomercatoPrimo PianoSerie B

FOCUS – Facciamo buon uso di questo tempo

La stagione dello Spezia, dopo diverse annate, terminerà senza passare per la roulette degli spareggi.

Un dato che in parte amareggia dato che, nonostante la riduzione del budget decisa la scorsa estate, questa rosa conserva qualità tecniche, esperienza e gioventù di rilievo per mirare quanto meno a quell’ottava piazza che era l’ultima mattonella utile per provare a regalarci un altro giro con la testa rivolta verso l’alto, alla stregua delle ultime stagioni.

La serie A resta ancora un sogno lungi dall’essere ossessione, nonostante i cori della Ferrovia in occasione del match vittorioso contro la Pro Vercelli: cori bagnati tra il serio ed il goliardico, a rimarcare la voglia di sognare di una piazza che si era abituata alla tempra da vincente del Patron, quella che, pur tra diversi errori, ci ha consentito di vivere gli anni più prestigiosi della nostra storia.

E’ adesso opportuno sfruttare le prossime settimane imbastendo incontri, tavoli rotondi, conferme ed allontanamenti, senza farsi prendere dalla smania di rivoluzionare, salvando tutto quello che si può ed intervenendo in maniera decisa sulle pecche che non hanno permesso a questa squadra di compiere un volo in più, ma di fermarsi al “compitino”.

Se il budget sarà ancora in tono minore, non vediamo altra via che quella di riconfermare l’attuale staff tecnico che al primo anno di serie B, nel contesto di un’annata complessa e condizionata da diversi fattori negativi, non ha sfigurato ed ha portato la nave salva in porto, fuori dalla tempesta.
Mister e D.S, se legati a doppio filo l’uno all’altro, potranno riprovarci facendo tesoro di questo anno d’esperienza, degli errori commessi e delle scommesse vinte.
Ripartendo proprio da queste, da giocatori come Giani, Ceccaroni, Augello, Bolzoni, De Francesco, Pessina, Maggiore (questi due legati ad alti e bassi dovuti all’età ed agli svariati impegni con le Nazionali di categoria), Forte, Marilungo e chissà, Gilardino.

Ci sono poi altri giovani di proprietà in procinto di passare stabilmente al gruppo della prima squadra per recitare da subito un ruolo importante, e parliamo di Corbo, Awua, Mulattieri, uno per ruolo, ragazzi che da mesi si allenano coi grandi, talenti su cui diverse Big hanno messo gli occhi addosso e che possono ricevere da questa piazza e da questo mister il giusto trampolino di lancio.

Qualcuno saluterà, altri forse slitteranno di qualche posizione nella griglia del mister, poi c’è chi arriverà e dovrà dare spessore, personalità, marcia in più.
Dovranno essere pochi elementi, dato che la maggior parte dello Spezia è già in casa, ma di qualità, elementi integri fisicamente, pronti immediatamente all’uso, possibilmente dall’inizio del ritiro.
Gente che può anche costare, certo.
Se qualche soldo si potrà investire, dovrà essere concentrato il più possibile in quei tre, quattro elementi che inseriti in questo telaio possono dare la pennellata decisiva per il salto di qualità.
Il Patron ha dimostrato in più occasioni che qualunque sia il budget, esso può essere rimodellato da un’elasticità di fondo.

Parliamo ancora di salto di qualità, si. Parliamo di ambizione, con meno soldi rispetto al passato ma con un bagaglio d’esperienza tale da capire che la programmazione e la continuità sono le stelle polari che possono portare lontano, lavorando con intelligenza e con anticipo.
Crediamo che pure un budget medio per la categoria, se concentrato la dove occorre sul serio, può fare tutta la differenza del mondo in un contesto già buono e con i margini di crescita della rosa attuale.

Aspettando sempre la firma di quell’uomo forte che può rendere tutto molto più semplice.
Attendendo con fiducia che riparta a breve giro di posta, prima dell’estate, il tavolo tra Amministrazione Comunale e Spezia Calcio per dare finalmente una svolta decisa ed epocale all’ammodernamento del “Picco”.

Foto
Patrizio Moretti
Tags

Dennis Maggiani

Nato a La Spezia, laureato in Scienze giuridiche, Talent Scout ed istruttore qualificato di Scuola Calcio, ex Osservatore per le giovanili dello Spezia Calcio. Redattore di Analogico Redazione (rivista di critica cinematografica), dal 2015 redattore di Spezia Calcio News Quotidiano.

Articoli Correlati

Commenta

Close