CARPI-SPEZIA: 2-1 PASSO FALSO SUL CAMPO CHE PIU’ SOFFRIAMO

Al Cabassi i ragazzi di Gallo sconfitti dopo cinque turni in una gara equilibrata e decisa nella ripresa nel giro di otto minuti: vantaggio Carpi con uno scatenato Mbakogu, pareggio immediato di Terzi, Melchiorri sentenzia. L'incubo Carpi continua...

Serie B 2017/18 – Ventiduesima Giornata

27/1/2018 – ore 15

Stadio Cabassi di Carpi

Arbitro: GIUA di Olbia  6

Carpi

CARPI

2

1

SPEZIA

(4-4-2)
 6 – COLOMBI 22
6,5 – PACHONIK 25
 6,5 – POLI (C)
13
 6 – LIGI
14
 6,5 – PASCIUTI
19
 6 – CALAPAI
26
6,5 – VERNA 5
 6 – SABBIONE
4
 6 – BELLONI 28
 6,5 – MELCHIORRI 11
 7 – MBAKOGU 10
6,5CALABRO All
A disposizione
SERRAIOCCO 1
 BRUNELLI
12
 CAPELA 3
CONCAS
7
 GIORICO 8
MALCORE
9
 S.V. – BITTANTE 20
 6 – SARIC 21
BROSCO 23
 S.V. – MBAYE 24
NZOLA 29
SABER 30

(3-5-2)
33 DI GENNARO – 6
23 DE COL – 5,5 
19 TERZI (C) – 6,5 
5 GIANI – 6 
3 LOPEZ –
16 MORA –
7 BOLZONI – 6,5
21 PESSINA  5,5 
26 MASTINU –
39 MARILUNGO – 
29 GRANOCHE – 5
All GALLO – 5,5
A disposizione
1 BASSI
43 MANFREDINI
4 CAPELLI
7 CECCARONI
8 JUANDE
9 FORTE – 5,5 
13 AUGELLO
15 CORBO
18 DE FRANCESCO – S.V. 
20 PALLADINO – 5,5 
25 MAGGIORE
28 MASI

Gol: 70′ MBAKOGU, 72′ TERZI, 78′ MELCHIORRI.

Angoli: 11 – 5

Recuperi: 1‘ – 4

Note: Giornata fresca, terreno discreto.

Spettatori: 2.500 circa, con 330 spezzini.

 

Servizi sulla gara
Top & Flop della gara
DAI UN VOTO ALLA SQUADRA
Intervista a Mister Gallo
Il Pagellone di Dennis Maggiani
Intervista a Claudio Terzi
Intervista a Mister Calabro

TOCCA SUBITO A MORA, MARILUNGO PER GILARDINO, TRA GLI EMILIANI DEBUTTO CASALINGO DI MELCHIORRI 

Galvanizzato dal mercato e dal punto raccolto contro la capolista Palermo, lo Spezia va in scena al Cabassi di Carpi in quella che è la seconda giornata di ritorno del campionato cadetto.

Contro la bestia nera, Gallo conferma il 4-3-1-2 lanciando da subito il neo arrivato Mora: per il resto spazio a Di Gennaro tra i pali, difesa composta da De Col, Giani, Terzi e Lopez, l’ex Spal al fianco di Bolzoni e Pessina, con Mastinu dietro il tandem d’attacco Granoche – Marilungo. Out per infortunio Alberto Gilardino.

I padroni di casa se la giocano invece con un 4-4-2 che vede Colombi in porta, Pachonik, Poli, Ligi e Pasciuti dietro, Calapai, Sabbione, Verna e Belloni a centrocampo, Melchiorri – Mbakogu coppia offensiva.

POCHE EMOZIONI, DE COL – MBAKOGU I PIU’ PERICOLOSI

Il peggior attacco del torneo contro la seconda miglior difesa – imbattuta da cinque turni – si sfidano in quello che di fatto è uno scontro diretto per i play off. Separate da appena due punti, ma da quattro posizioni, emiliani e liguri mantengono fede alle proprie caratteristiche di gioco, creando fuochi di paglia dalle parti di Colombi e Di Gennaro:  se da un lato è Calapai al quarto d’ora a tentare la conclusione dalla distanza non inquadrando però la porta, dall’altro è De Col ad andare vicino al vantaggio dopo un bello e rapido scambio con Marilungo, anche se l’estremo difensore emiliano risponde presente, coprendo il proprio palo e deviando in corner.

Nonostante le poche occasioni create, lo Spezia ha comunque il merito di giocare la gara a viso aperto, mettendo in campo un ottimo palleggio anche grazie alla qualità di un Mora già leader in mezzo al campo. Come di consueto, invece, il Carpi innalza il proprio bunker difensivo, tentando le ripartenze con i giocatori di maggior qualità quali Melchiorri e Mbakogu: proprio l’attaccante nigeriano è protagonista alla mezz’ora, dapprima di una meravigliosa rovesciata terminata di pochissimo a lato, quindi di un colpo di testa ravvicinato su situazione di corner, neutralizzato dall’ottimo riflesso di Di Gennaro.

MALEDIZIONE CARPI, IL CABASSI E’ ANCORA TABU’

La ripresa si apre subito con una palla gol al 3′ per lo Spezia, vicinissimo all’uno a zero con il destro tentato da Bolzoni, di non molto alla sinistra di un Colombi battuto. Dentro anche Palladino e Forte – fuori Mastinu e Marilungo – per dare freschezza al reparto offensivo aquilotto, mentre tra le fila dei padroni di casa Belloni cede il passo a Saric. Sostituzioni che di fatto sbloccano a cavallo della mezz’ora la casella delle reti: al 25′ è Mbakogu a ribadire in rete la sfera dopo una mischia in area, ma il vantaggio degli uomini di Calabro dura esattamente 120 secondi, perchè è Capitan Terzi a ristabilire i conti, sfruttando al meglio di testa la torre di Mora sugli sviluppi di un corner dalla sinistra.

Subito il pareggio, Bittante prende il posto di Calapai e non di Melchiorri, che ripaga così la scelta del proprio allenatore con la rete del due a uno: splendido il filtrante di un ispiratissimo Mbakogu e preciso colpo sotto dell’attaccante ex Cagliari, che batte a tu per tu Di Gennaro, trovando la prima rete in maglia emiliana.

Colpite al cuore, le Aquile si giocano la carta De Francesco – out Pessina – ma è il Carpi a sfiorare il colpo del KO con uno scatenato Mbakogu, che dopo il più classico dei contropiedi trova una clamorosa traversa.

Minuti finali d’assalto dello Spezia, retti però senza apprensione dalla squadra di Calabro, che si aggiudica così lo scontro, mettendo la freccia in classifica proprio ai danni degli aquilotti, sconfitti dopo cinque risultati utili consecutivi.
L’incubo Carpi continua.

Tabellino Enrico Lazzeri, voti Dennis Maggiani.

Andrea Licari - © Riproduzione Riservata
andrea.licari@speziacalcionews.it

Articoli Correlati


Tags assigned to this article: Carpi-SpeziapartitaSerie B 2017-18


Pin It on Pinterest